Home Opere anni '60 Opere anni '70 Opere anni '80 Opere anni '90
News Musei e Collezioni Links Elenco Mostre Sitemap

 
 
 
 
 


ALIGHIERO e BOETTI

Opere 1964-1969

Alighiero Boetti nasce a Torino il 16 dicembre 1940. Da autodidatta inizia a realizzare le sue prime opere intorno al 1963-64. Si tratta di disegni su carta a matita o a china e di incisioni e monotipi con soggetti informali, influenzati dall'arista Johnny Friedlaender.

Nel 1965 si dedica all'esecuzione di grandi carte (quasi tutte intorno ai 70 x 100 cm) a inchiostro, oggi rarissime sul mercato.  Rappresentano strumenti tecnologici, di misurazione e registrazione: macchine fotografiche, cineprese, cannocchiali, microfoni, che invitano al coinvolgimento dello spettatore, e rimandano ad una lettura vicina ai lavori con gli specchi che Michelangelo Pistoletto iniziava ad elaborare negli stessi anni.
Queste carte sono dipinte con estrema precisione e ricercatezza e un tale esercizio zen di concentrazione e manualità si ritroverà alla fine degli anni '60 con il ciclo "Cimento dell'armonia e dell'invenzione".

Nel 1966 Boetti concepisce i primi lavori tridimensionali e ready made, alcuni dei quali saranno esposti alla prima personale tenutasi alla galleria Christian Stein di Torino nel gennaio 1967.
A questo periodo appartengono oggetti, e sculture di concezione minimale, che contemplano l'utilizzo di materiali poveri: "Catasta", "Scala", "Sedia", "Mimetico", "Ping Pong", "Zig-Zag", "Dama".

Alighiero e Boetti - Senza titolo (natura morta con microfono) 1965   Alighiero e Boetti - Lampada Annuale   Alighiero e Boetti - Ping Pong  

Alighiero e Boetti - Cartone Ondulato

Senza titolo (Natura morta con microfono)
1965
  Lampada annuale
1966
  Ping Pong
1966
  Cartone ondulato
1966
 
Alighiero e Boetti - Zig Zag   Alighiero e Boetti - Mimetico   Alighiero e Boetti - Catasta   Alighiero e Boetti -Scala e Sedia
Zig - Zag
1966
  Mimetico
1966
  Catasta
1966
  Sedia e scala
1966
 

Dal 1967 Boetti partecipa alle esposizioni del gruppo dell'Arte Povera.
Del 1968 è l'opera "Gemelli", cartolina postale inviata ad alcuni amici, in cui l'artista tiene per mano se stesso, attuando il primo sdoppiamento della propria figura. Da qui in poi il tema del doppio e dell'altro da sé diventerà una delle tematiche sulle quali Boetti lavorerà insistentemente.
Parallelamente realizza opere sperimentando materiali poveri come il metallo, il vetro, il legno, il cemento.

E' del 1969 l'opera "Territori occupati", tela ricamata dalla prima moglie Annemarie Sauzeau, lavoro seminale che porterà alle successive grandi Mappe del mondo e agli arazzi ricamati.

La fine degli anni '60 rappresenta per Boetti il desiderio di distacco dalla prima fase poverista legata alla sperimentazione dei materiali. L'artista decide di azzerare tutto, ripartendo da tre elementi base: una matita, un foglio e il trascorrere del tempo. Nascono così le opere denominate "Cimento dell'armonia e dell'invenzione", in cui la regola consiste nel semplice, paziente e concentrato ricalco della carta quadrettata, con la possibilità di ricoprire l'intera superficie percorrendo liberamente le possibili direzioni della trama quadrettata.
In questo periodo decide di trasferirsi da Torino a Roma, nella zona di piazza Santa Maria in Trastevere.
 

Alighiero e Boetti - Manifesto   Alighiero e Boetti - Dama (Scacchiera)   Alighiero e Boetti - Gemelli (cartolina postale)  

Alighiero e Boetti - Legnetti colorati (aiuola)

Manifesto
1967
  Dama
1968
  Gemelli
1968
  Legnetti colorati
1968
 
Alighiero e Boetti - Niente da vedere, niente da nascondere - vetrata   Alighiero e Boetti - Io che prendo il sole a Torino il 19 gennaio 1969 (autoritratto)   Alighiero e Boetti - Territori Occupati (mappa)   Alighiero e Boetti - Cimento dell'armonia e dell'invenzione
Niente da vedere, niente da nascondere
1969
  Io che prendo il sole a Torino il 19/1/1969
1969
  Territori occupati
1969
 
  Cimento dell'armonia e dell'invenzione
1969 - 1970
 
 
 
Home Opere anni '60 Opere anni '70 Opere anni '80 Opere anni '90
News Musei e Collezioni Links Elenco Mostre Sitemap